Da oggi, chi segue una dieta chetogenica a Roma, può farlo anche fuori casa, beneficiando dei vantaggi che questa dieta offre, uniti a quella dell’alimentazione 100% vegetale e persino in versione gourmet.

Romeow Cat Bistrot, ristorante vegano gourmet a Roma, ha accolto, infatti, con entusiasmo l’idea di inserire un menu keto friendly nella loro carta e dal lavoro dei loro chef, con il mio supporto sulla parte scientifica, ne è uscito un menu da urlo!!

Se vi state chiedendo cosa si mangi in una dieta chetogenica vegana e come sia possibile condurre una dieta chetogenica senza carne, formaggi e uova vi invito a provare di persona le pietanze del menu keto friendly di Romeow cat bistrot.

Se già seguite una dieta chetogenica, invece, potete finalmente farlo anche fuori casa e non solo: potete fare esperienza di pietanze chetogene senza alcun ingrediente di origine animale e per giunta in versione gourmet, nell’unico ristorante italiano che ha deciso di proporre questa novità.

Il menu keto friendly di Romeow Cat Bistrot ė stato elaborato dalle mani esperte dei suoi chef, con il mio supporto sulla parte scientifica, perché per essere compatibile con una dieta chetogenica, ė necessario rispettare alcune regole che riguardano il rapporto tra macronutrienti, ovvero carboidrati, grassi e proteine.

Esistono diversi schemi di dieta chetogenica, applicati a seconda dell’esigenza del caso: con apporto calorico sotto il fabbisogno se c’è bisogno di perdere peso, con bassa quantità di proteine, come nelle più classiche diete chetogeniche impiegate da un secolo in ambito neurologico oppure, con quota di proteine medio alta nei casi di protocolli con apporto calorico più basso, finalizzati alla perdita di peso. 

Nel caso di questo menu l’intento è stato di dimostrare come sia possibile seguire una dieta chetogenica vegana, in una versione particolarmente curata sotto il profilo del gusto, perché studiata da chef esperti di cucina vegana e offrire la possibilità di mangiare fuori casa a chi segue una dieta chetogenica. I criteri seguiti per la realizzazione delle pietanza sono stati: massimo il 10% delle calorie da carboidrati, minimo il 70% delle calorie da grassi, ed il resto, proteine in quota variabile per dare maggiore spazio agli aspetti artistici del piatto. 

Sarà quindi adatta per la maggior parte dei protocolli di dieta chetogenica e, per facilitare chi sta seguendo con rigore questa dieta, inserisco di seguito i valori nutrizionali salienti dei pasti.

PietanzaAntipastoPrimoSecondoContornoPiatto crudistaDessert
Valori nutrizionali630 kcal 74% grassi7,4 % carboidrati  pari a 12,4 g  e 7,5 g di net carbs*358 kcal  74,5 % grassi8,7 % carboidrati , pari a 8,3 g e 2 g net carbs 650 kcal   82,6% grassi3,4% carboidrati, pari a 5,9 g e 3 g net carbs366 kcal 86% grassi4,7% carboidrati, pari a 4,6 g e 0,2 net carbs385 kcal 77,4% grassi 9,9 % carboidrati, pari a 10,2 g e 2 g net carbs  604 kcal  84% grassi7,3% carboidrati, pari a 11,7 g e 1,5 net carbs


Per i curiosi che non conoscono l’alimentazione chetogenica, il mio consiglio, qualora desideraste provare il menu, è di scegliere solo piatti keto friendly ed evitare di consumare pane, per evitare di aggiungere carboidrati ai tanti grassi presenti nelle pietanze keto friendly.